Roger Reynolds at 85, Vol. 1 – String Quartets: FLiGHT; not forgotten

JACK Quartet

Mode Records, 2020
contemporary classical

(ENGLISH TEXT BELOW)

Possiamo ancora contare su Brian Brandt e la sua Mode Records per ricorrenze come questa: il compositore americano Roger Reynolds (*1934) compie 85 anni e perciò gli saranno dedicati due album monografici, il primo dei quali riprende le fila della sua produzione per quartetto d’archi – organico che ha rappresentato il “barometro” del passaggio dal classico al moderno e infine al contemporaneo.
Ma benché si tratti ancora oggi di un autore relativamente poco documentato a livello discografico, anni addietro non era mancato un doppio volume a suo nome nella comprensiva e imprescindibile serie a marchio Naïve/Montaigne dedicata al vasto repertorio del quartetto Arditti, committente e/o dedicatario di diversi brani inclusi nella raccolta. In questa nuova pubblicazione celebrativa, invece, viene ceduto il passo all’ugualmente prestigioso JACK Quartet per l’interpretazione di due opere più recenti, registrate sotto la supervisione dello stesso Reynolds.

Leggi tutto / read more

Thomas Meadowcroft – Percussion Works

Speak Percussion

Mode Records, 2020
contemporary classical

(ENGLISH TEXT BELOW)

Postmoderno è scrivere un quartetto d’archi come se fosse destinato a un ensemble di percussionisti, e viceversa. Ma in fondo tanti autori contemporanei non hanno fatto altro che liberare il potenziale inespresso degli strumenti classici, e in particolare quelli ritenuti “secondari” sino al tramonto dell’epoca romantica.
Le barriere demolite dall’orecchio “assoluto” di John Cage – egli stesso autore di pionieristici brani per percussioni – sono state solo il preludio a un processo di radicale reimmaginazione ancora in divenire, del quale l’australiano Thomas Meadowcroft (*1972) giunge ora a configurarsi come un promettente esponente.

Leggi tutto / read more