Autechre – SIGN

Warp, 2020
idm

(ENGLISH TEXT BELOW)

Nella sfera Autechre molto è affidato al caos, pressoché nulla al caso. E se ora, più che mai, Rob Brown e Sean Booth agiscono in un dominio puramente estetico anziché musicale, tracciando le fitte e inestricabili coordinate dell’elettronica futura, occorre soffermarsi anche sul mutamento degli artwork associati alle loro produzioni. È un aspetto tanto evidente quanto, a mio parere, cruciale per una sommaria decodifica delle ultime fasi di un percorso artistico che si è intenzionalmente reso sempre più criptico e autoriferito.

Leggi tutto / read more